Urbino_Trekking_Urbano

URBINO
Urbino: tra focolari e tavole imbandite

Il percorso prende l’avvio dall’Ultima cena di Federico Barocci (Cattedrale, Cappella del SS. Sacramento, 1590-1599), una scena che presenta in maniera vivida e dinamica cosa poteva essere una cena imbandita in cui i convitati sono al centro dell’operosità frenetica di chi prepara e provvede al corretto svolgimento del pasto. La focalizzazione delle operazioni accessorie alla cena porterà a raggiungere luoghi dove si possa verificare come concretamente poteva aver luogo la preparazione. La funzione eminentemente pratica delle cucine ha comportato purtroppo il loro continuo ammodernamento e abbandono delle strutture originarie, rendendo difficile reperire ancora in luogo relitti più antichi. Restano tuttavia delle tracce, per esempio in una casa privata, al focolare di Giovanni Santi , nella casa natale di Raffaello Sanzio, dov’è possibile capire come venivano cotte le carni al fuoco. Altri punti da visitare durante il percorso saranno le cucine della struttura conventuale di Santa Chiara e alcune cantine di case private presenti del centro storico.

Info Percorso:

Giorno percorso: sabato 31 ottobre
Tempo di percorrenza: circa 3 ore
Lunghezza: circa 2,5 Km
Difficoltà: media
Punto di partenza: Piazza Duca Federico
Orario di partenza delle visite guidate: ore 9.30

Per Informazioni:

IAT
Tel. 0722 2613
E-mail: redazione.cittaurbino@gmail.com
Web: www.urbinonews.it

LA RICETTA: PASSATELLI IN BRODO

Ingredienti per Brodo (6 persone):
3 lt di acqua
1/2 gallina
1 pezzo di scaletta o muscolo di vitellone
1 costa di sedano
1 o 2 carote
1/2 cipolla
1 chiodino di garofano
sale grosso q.b
qualche grano di pepe

Ingredienti per passatelli:
200 gr di pan grattato (di qualche gg. prima, non secchissimo)
200 gr di parmigiano grattugiato
4 uova
la buccia grattugiata di 1 limone
sale, pepe, noce moscata q.b.

Procedimento:
Preparare il brodo portando a bollore sedano, carota e cipolla nella quale inseriamo il nostro chiodino di garofano e salare e pepare. Aggiungere la carne e far bollire per circa due ore o comunque finché la carne risulti ben cotta e si sfaldi dall’osso. Nel frattempo preparare i passatelli miscelare insieme pane e parmigiano, grattugiare la scorza di limone stando attenti a non asportare anche la parte bianca, sale, pepe e un pizzico di noce moscata aggiungere le uova ed amalgamare il tutto. Se l’impasto risultasse troppo duro, aggiungere nella misura di un guscio d’uovo un pò di acqua. Lasciar riposare l’impasto ottenuto fra due piatti per una mezz’ora, lavorandolo poi con l’apposito attrezzo ricavandone passatelli della misura desiderata. Filtrare il brodo attraverso un colino a maglie fitte e cuocervi i passatelli dal momento del bollore per circa 4/5minuti o secondo della consistenza desiderata.