Arezzo

XIV Giornata Nazionale del Trekking Urbano

toscana_trekking_urbana_2016

Alla scoperta di Arezzo tra i suoi misteri e le sue leggende

Dalla Cattedrale dei Santi Pietro e Donato si procede verso corso Italia per sostare di fronte all’ attuale Biblioteca Comunale, sede del carcere cittadino fino al 1926, che ha ospitato il noto Federico Bobini detto “Gnicche”, protagonista de “Il Brigante Innamorato”. Si prosegue verso la parte più sconosciuta e suggestiva della città che porta verso Piazza San Lorenzo, sede dell’omonima chiesetta e luogo del ritrovamento, in circostanze a dir poco fortuite, della statua bronzea della Minerva, che è stata ospitata presso le stanze Comunali nel palazzo Fraternita dei Laici all’interno della mostra dedicata alle più belle creazioni orafe dei nostri tempi. Si scende poi verso Piazza di Porta Crucifera dove incontriamo una riproduzione della statua della Minerva, fino a Via Francesco Crispi per poi imboccare Via Margaritone con una sosta presso il Museo Archeologico Nazionale Gaio Clinio Mecenate e l’Anfiteatro Romano, luogo di grande valore storico. Da lì si prosegue per via Vittorio Veneto verso Campo di Marte fino ad arrivare al Colle del Pionta, luogo in via di riqualificazione, che ha ospitato la vecchia Cattedrale dedicata al Santo Donato dove è visibile un’ampia zona archeologica.

INFO PERCORSO:


Tempo percorrenza: 2 ore
Lunghezza: 3 km
Difficoltà: facile, brevi salite, scalinate
Punto di partenza: Piazza della Libertà
(Centro di accoglienza turistica “Benvenuti ad Arezzo”)
Orario di partenza: ore 15 e 17

 

PER INFORMAZIONI:


Comune di Arezzo
Ufficio Turismo e Giostra del Saracino
Tel. 0575 377462 – 463
giostradelsaracino@comune.arezzo.it
turismo@comune.arezzo.it

Scarica la Guida

Download

USA I SOCIAL: